Il periodo di restrizione ci obbliga a restare in casa. Molte mi hanno scritto per comprendere come allenarsi da casa in questo momento, indubbiamente è fondamentale mantenere grande costanza per non perdere i risultati ottenuti e continuare a migliorare.

Realizzo ogni giorno molti allenamenti per le mie allieve, dal lavoro senza attrezzi a chi ha manubri, cavigliere e altri attrezzi la parola d’ordine è non fermarsi.

Se vogliamo ipotizzare un training indubbiamente lavorare sui tempi di affaticamento riveste un ruolo ottimale, quindi il tempo sotto tensione deve essere aumentato per ottenere una corretta sollecitazione muscolare.

Se ad esempio nel fare un affondo posteriore andiamo ad utilizzare una glute band andremo ad aumentare l’affaticamento sul femorale, se poi combiniamo l’affondo posteriore ad uno stacco andremo a costruire una sequenza che metterà già a dura prova i nostri muscoli.

Se parliamo di Hip thrust dove usualmente eravate abituate ad usare carichi importanti in palestra possiamo utilizzare un elastico duro ponendolo sull’addome e tenendolo fermo con le mani a terra, se vogliamo aumentare ancor di piu l’intensità possiamo lavorare con una gamba sollevata con da svolgere l’esercizio unilateralmente e abbinare una contrazione di picco sulla parte piu alta del movimento.

Se non disponete di manubri usate due bottiglie d’acqua, se non avete bande elastiche allora il lavoro in circuito è la scelta piu semplice eseguendo due esercizi per le gambe (affondi posteriori e stacchi con le bottiglie in mano), delle alzate laterali (sempre con le bottiglie) e un rematore a busto flesso. Abbiniamo anche un crunch con le gambe sollevate, dieci reps per ogni esercizio un minuto di recupero ed eseguire 4/5 volte.

Questo è giusto un esempio di quello che può essere un allenamento dinamico, semplice e proficuo da fare a casa.

Consiglio di mantenere una frequenza di training di 3/4 volte a settimana cosi da avere un corretto impulso muscolare mentre con la dieta imponete i vostri obiettivi estetici. Sicuramente molte impareranno ad apprezzare il training tra le propria mura domestiche magari condividendolo con il proprio partner.

Se abbiamo degli elastici possiamo sicuramente aumentare l’affaticamento su un esercizio che prediligo particolarmente con gli slanci in quadrupedia, ottimi per attivare l’area superiore del gluteo e sollevare il volume cosi da mettere in evidenza il punto vita. Cerchiamo sempre di fare recuperi brevi cosi da avere una grande attivazione muscolare e sollecitare a fondo ogni tipologia di fibra.

L’addome a corpo libero con crunch, crunch inverso, plank, plank laterale, Russian twist permette di creare delle sequenze dinamiche o isometriche volte ad avere un’affaticamento davvero eccellente, cerchiamo di lavorare l’addome sempre a circuito con 3/4 esercizi in rapida successione, poi dopo un breve recupero ripetere per 3/4 volte. Mantenere contratto l’addome permette di mantenere stabile la colonna ed avere un’ottima sensazione di tonicità.

Le scelte della dieta poi vi daranno il cambiamento fisico che vi aspettate permettendovi di arrivare al top della condizione.

Quando allenarsi? Beh pianificate la vostra giornata, oggi piu che mai avete disponibilità di tempo quindi trovate un orario che prediligete e allenatevi sempre alla stessa ora, diventerà il vostro appuntamento irrinunciabile con il benessere. Oltre che stimolare il rilascio di endorfine sicuramente un buon allenamento vi darà la corretta sensazione di fatica permettendovi di trovare maggior equilibrio anche nel riposo notturno.

La giusta costanza vi premierà nel tempo con risultati fisici eccellenti, quelli che poi vedete puntualmente sui miei social media.

BUON ALLENAMENTO A TUTTI! #iononmifermo