I movimenti che potete andare ad utilizzare per sollecitare i glutei sono tantissimi, per esempio un esercizio eccellente è il ponte in quadrupedia dove l’attivazione arriva al 90-95% sull’area superiore del gluteo, valore misurato con l’elettromiografia durante l’esecuzione del movimento. La gestione del movimento deve portare ad avere una contrazione di picco nel punto piu in alto cosi da aumentare i livelli di intensità. Potete dare lo slancio in quadrupedia anche da casa con cavigliere ed elastico cosi da rendere proficui anche i movimenti tra le mura domestiche. altri ottimi esercizi sono il good morning dove nel piegamento in avanti di 90 gradi andate a lavorare l’area di giunzione tra il femorale ed il gluteo. Il good morning è un esercizio che si presta in maniera ottimale ad essere abbinato ad altri esercizi per creare delle sequenze efficaci. Non dimenticate mai gli stacchi dove anch’essi sono in grado di rendere duri e proficui i vostri training, negli stacchi provate a scendere molto lentamente sentendo i muscoli lavorare al meglio ed effettuate una risalita esplosiva, pronte poi a scendere nuovamente. Sentire gli esercizi è fondamentale per avere un reclutamento di fibre muscolari ottimali e raggiungere il risultato desiderato. Potete utilizzare molte tecniche ad esempio le ripetizioni parziali dove vado a svolgere non solo il range totale ma ripeto sull’area di maggiore sollecitazione un mini movimento di circa dieci centimetri dove continuo nei punti di maggior attivazione. Il nostro obiettivo è quello di attivare al meglio le aree interessate, quali esercizi scegliere?? Sicuramente dobbiamo lavorare con grande intensità l’area del medio gluteo per sollevare i volumi, quindi ponte per i glutei, slanci in quadrupedia, stacchi e good morning, sono movimenti davvero importanti. la regola fondamentale è sempre la massima attivazione quindi durante l’esecuzione dovete tenere sotto controllo l’ActiveRom ovvero il punto dove durante l’esecuzione (Range Of Motion) sentite maggiormente l’affaticamento. Eseguire il movimento obbligando il corpo ad un’esecuzione in un determinato numero di secondi vi obbliga a sfruttare al massimo la muscolatura dandovi la migliore attivazione. Per quello spesso leggete di positive e negative. Per quello spesso leggete di tecniche isometriche. Se andiamo a combinare diversi movimenti e tecniche otteniamo una grande varietà di sequenze e circuiti dove la continua diversificazione delle tecniche utilizzate rende il training ottimale e non fornisce punti di riferimento alla muscolatura per continuare a progredire. Squat classico e pressa sono esercizi che nella donna lavorano in maniera esponenziale l’area inferiore del gluteo quindi da evitare o meglio gradualmente andarli a ridurre al minimo cosi da ottenere un risultato estetico ben specifico. Andremo ad avere una forma dura e compatta ed un gluteo a forma di goccia spinta verso l’alto. Nel tempo saper valutare la scelta migliore volta a dare un cambiamento sempre maggiore viene ottenuto con le costanti variazioni nei piani alimentari. La frequenza del training glutei è fondamentale, in base alla genetica ginoide o androide ed alla capacità di sopportazione dello stress muscolare, sicuramente una donna androide può sopportare meglio lo stress anche se ha meno forza specifica sugli arti inferiori, mentre la donna ginoide che ha una forza straordinaria sulla parte inferiore deve prestare attenzione a non forzare troppo specie se il livello infiammatorio dei tessuti evidenzia grande ritenzione perché l’eccesso di stress porterebbe ad un sensibile aumento dell’inestetismo. quindi la valutazione di volta in volta è fondamentale per capire fino a dove ci si può spingere, fare tentativi ed in base ai risultati ottenuti comprendere quale direzione prendere per ottenere il miglior risultato. L’obiettivo non è quello di allenarsi per stressarsi al massimo e sentire il corpo soffrire, l’obiettivo è il massimo risultato fisico estetico e quindi dovete sapere valutare se la strada intrapresa sta pagando risultato o meno!
Ora che abbiamo parlato di glutei è arrivato il momento di darci da fare…forza!!!!

IL COACH